14 Dicembre 2023
MATTEO FRANCESCHINI ELETTO PRESIDENTE

Coldiretti Reggio Emilia ha un nuovo presidente. È Matteo Franceschini alla guida della Coldiretti reggiana

L’assemblea elettiva ha eletto presidente e consiglio direttivo in carica per i prossimi 5 anni

 

Coldiretti Reggio Emilia ha un nuovo presidente. È Matteo Franceschini alla guida dell’associazione reggiana, nominato all’unanimità dall’assemblea elettiva, formata dai presidenti di sezione, che si è riunita questa mattina dopo nove anni di commissariamento.

Ad accompagnare il presidente per i prossimi 5 anni di mandato ci sarà il consiglio direttivo neo eletto composto da Alberini Paolo, Arduini Massimo, Binacchi Giovanni, Coloretti Fabio, Corti Elena, Fantini Gabriele, Ferrari Daniele, Landini Raffaello, Marzani Anselmo, Musi Catia e Simonazzi Simone a cui si uniscono i responsabili dei movimenti, già in carica, Luciana Pedroni, Elena Messori e Luigi Galeotti.

«L’assemblea di oggi si colloca a conclusione del ciclo di assemblee che si sono svolte sul territorio negli ultimi due mesi – commenta il direttore Alessandro Corchia – e che hanno coinvolto l’intera base sociale, in un percorso di democrazia e condivisione. Le assemblee di Sezione hanno portato alle elezioni di 27 presidenti componenti l’assemblea stessa. È un momento molto sentito tra i nostri soci perché oggi è stato nominato il direttivo della federazione reggiana dopo il commissariamento degli organi risalente al novembre 2014».

Matteo Franceschini, 34 anni, imprenditore agricolo di terza generazione conduce a Correggio un’azienda, insieme al padre e al fratello, nel settore della zootecnia da latte, suinicolo, viticolo e agrituristico. L’azienda conferisce uva per Lambrusco doc alle cantine sociali di San Martino e Emilia Wine, il latte per Parmigiano Reggiano di vacche rosse al Consorzio Vacche Rosse e i suini per la filiera del Prosciutto di Parma. Con l’attività agrituristica l’azienda fa parte del circuito Terranostra e Campagna Amica.

«Voglio ringraziare questa assemblea per la fiducia che ha espresso oggi nei miei confronti - dichiara Franceschini in conclusione del momento elettivo. Ringrazio il direttore Alessandro Corchia e voglio esprime riconoscenza verso i delegati confederali, Nicola Bertinelli e Marco Allaria Olivieri, qui presenti, che ci hanno accompagnato in questi anni preservando la continuità nei servizi rivolti ai soci e nelle attività sindacali. Sono passati molti anni dall’ultima assemblea elettiva della Coldiretti di Reggio Emilia – continua il neo presidente - e non nascondo molta emozione. Sono orgoglioso e grato di essere parte attiva di questo momento di nomina degli organi sociali e di ritrovarmi alla guida di questa federazione, compito al quale dedicherò il mio massimo impegno e per il quale mi auguro di rispondere al meglio».

«Mi ero ripromesso di riuscire a portare la federazione di Reggio Emilia alla costituzione degli organi sociali prima della fine del mandato nazionale – dichiara in apertura di assemblea Nicola Bertinelli, presente in qualità di delegato confederale della Coldiretti reggiana. Il neo eletto presidente potrà così partecipare alle elezioni nazionali del 20 Dicembre. Complimenti al nuovo consiglio – conclude Bertinelli - giovane e ben rappresentante l’imprenditoria agricola reggiana, con età media di 40 anni, il 25% di imprenditrici e tutti i settori produttivi».

La relazione del presidente in conclusione di assemblea, ha dato uno sguardo di insieme al comparto e alcune analisi di settore. «Il grande impegno di Coldiretti in questi anni è quello di far comprendere che l'agricoltura è al centro – ha detto il presidente Franceschini. Ogni euro investito nel nostro settore rappresenta un volano economico per tutti gli altri. Noi agricoltori siamo responsabili del ruolo, sempre più importante, che l’agricoltura riveste per la sostenibilità ambientale e sociale».

Quali sono le priorità del nuovo consiglio? Sicuramente tra gli obbiettivi prioritari c’è la valorizzazione economica delle eccellenze del territorio reggiano e accompagnare le aziende alle sfide poste dai rapidi cambiamenti che coinvolgono il settore.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Approfondisci

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi