3 Luglio 2020
BOMBA DI GRANDINE A FABBRICO

Sono pesanti i danni provocati dalla grandinata della nottata arrivata con l’ultima ondata di maltempo che ha colpito in modo consistente il comune di Fabbrico. I chicchi di grandine grossi come palline da tennis hanno danneggiato in particolar modo gli alberi di pere con i frutti già grandi e in ultimazione della maturazione. Anche i vigneti sono stati danneggiati in modo non ancora ben quantificabili anche se per ora appaio di moderata entità con la rottura di alcuni grappoli, foglie e tralci divelti.
Danni anche alle strutture con la grandine che ha infranto vetri e forato coperture di edifici e serre.

È questo quanto emerge dal primo bilancio effettuato dalla Coldiretti sugli effetti della tempesta che ha improvvisamente colpito le campagne in un inizio dell’estate segnato dal caldo torrido.
Sarà cura dei tecnici di Coldiretti Reggio Emilia raccogliere nei prossimi giorni tutte le segnalazioni dei danni subiti dalle aziende e comunicarle alla Regione per procedere alla valutazione e quantificazione dell’entità del danno.

È un’ulteriore conferma dei cambiamenti climatici – sottolinea la Coldiretti –che si avvertono anche in Italia dove la primavera 2020 è stata la nona più bollente dal 1800 secondo Isac Cnr che ha rilevato una temperatura superiore di 0,84 gradi la media. Una stagione che - precisa la Coldiretti – è stata anche sconvolta dal clima impazzito con il gelo che ha compromesso le fioriture ed è proseguita con il caldo torrido e la siccità, per arrivare alla grandine di questa notte. Si conferma la tendenza alla tropicalizzazione con una richiesta d’acqua sempre più precoce – continua la Coldiretti – e sfasamenti stagionali che sconvolgono i normali cicli colturali ed impattano sul calendario di raccolta e sulle disponibilità dei prodotti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Approfondisci

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi